domenica 4 ottobre 2009

Non è il tempo delle polemiche? Cazzate!

E' davvero angosciante sentire da troppi pulpiti la ormai scontata frase "ora non è il tempo delle polemiche". L'Italia è una terra che non ha memoria e proprio per rispetto delle vittime, dei superstiti e della verità, non bisogna perdere neanche una sola occasione per capire cosa è successo. Questi giorni drammatici, a mio avviso, sono stati ancora di più offesi, da campagne elettorali e scarica barile VERGOGNOSI!
Il Sindaco di Messina Buzzanca che dice in tv che già 13 anni fa aveva redatto un dossier con un piano di intervento per le zone a rischio idro-geologico, ma che è da soli 15 mesi sindaco di Messina, ma che è stato da 10 anni alla presidenza della provincia, ma che non ci sono soldi, che scaletta (non comune di Messina) ha gli abusivismi ma giampilieri no etc.
Un arrampicarsi continuo su specchi, mi auguro rotti.

La Prestigiacomo che dopo decine di sorrisi e ipocrisie, chiude dicendo. "Domani verrà il Presidente Silvio Berlusconi e porterà nuova fiducia e speranza agli sfollati"...
Ma vaffanculo!

Il Sindaco di Scaletta Briguglio che dice che Bertolaso ha esagerato, che non ci sono abusivismi nel suo comune, in quanto tutte le costruzioni sono state erette su terreni edificabili e con le dovute autorizzazioni.
Questo è gravissimo!
Le autorizzazioni le hai date proprio tu con la tua amministrazione e quelle passate. VERGOGNA!

Poi possiamo parlare per pagine intere circa l'incuria dei cittadini. E' vero esiste, ma se io costruisco un palazzo di 3 piani su un letto di un torrente, qualcuno mi dovrà o no prendere calci in culo? Qualcuno mi autorizzerà o no a creare delle vere e proprie cappelle cimiteriali?
Poi parliamo di quelle merde che ogni anno consumano ettari di vegetazione con incedi dolosi e terroristici.
Ma xké lo fanno? Pensate che ci sia il pazzerello di turno che è talmente tanto sadico da gettare molotov contro gli alberi?
Ci saranno anche, ma gli intenti principali sono sempre speculativi. Ecco quindi nuovi terreni per far pascolare abusivamente i propri capi di bestiame, e sopratutto nuovi terreni pronti per essere cementificati.
Un tempo erano zone terrazzate che grazie alle radici degli alberi, grazie a torrenti liberi, grazie a canali di scolo alternativi, non avrebbero devastato un territorio.
Poi mi chiedo il perché non si sia istituito un numero verde nazionale per permettere, come ovvio che sia, a parenti ed amici lontani di poter sapere se i propri cari stanno bene.
Purtroppo per molti versi devo dire che questa tragedia agli occhi del paese sembra proprio un dramma di serie B. NON ESISTONO MORTI DI SERIE B!
Un grazie va alla gente tutta che si sta mobilitando di continuo per sostenere gli sfollati nelle varie strutture messe a disposizione dai comuni e dai privati.

ps da energiamessinese

L'EMERGENZA RIGUARDA SOLO VIVERI QUALI:
CIBO
ACQUA
CIBI SENZA GLUTINE
LATTE IN POLVERE
ALIMENTI PER BAMBINI

E

MEDICINALI DI OGNI TIPO !

I CENTRI DI RACCOLTA SONO IL PALASPORT DI MILI (NEL QUALE, DALLE ULTIME NOTIZIE, SEMBRA NON SI RIESCA A SCARICARE PIU' NULLA) ED ALLO ZIR, PRESSO L'EX CENTRALE DEL LATTE.





1 commento:

Si è verificato un errore nel gadget