giovedì 23 luglio 2009

Il messinese Nibali vola al Tour de France

Nella nostra città quando c’è da piangersi addosso sembriamo essere tutti in prima fila. Commissariamenti, sporcizia, scarsa valorizzazione delle nostre risorse, potenzialità. E quando le cose vanno bene? Bisognerebbe ugualmente parlarne. Anzi a maggior ragione bisognerebbe tirare fuori l’orgoglioso di sentirsi fieri di nostri concittadini che portano alto il nome di Messina nel mondo, anche se questo mondo è quello dello sport. E’ il caso ad esempio di Tony Cairoli nel motocross. Ma in questi giorni è soprattutto il momento dello “Squalo dello Stretto”, Vicenzo Nibali, il ciclista che sta stregando l’Italia ciclistica con le sue pedalate al Tour de France. L’atleta peloritano continua infatti a far parlare di sé e ad oggi (22 luglio), conserva il settimo posto in classifica generale. Complice anche il successo all'Appennino, Nibali, 24 anni,
è arrivato carico al giro di Francia con due obiettivi nelle mente: arrivare tra i primi dieci e conquistare la maglia bianca, quella riservata ai migliori giovani. Dopo anni di gavetta il nostro corridore sta mostrando tutte le sue doti, mettendosi in evidenza come vera speranza del ciclismo italiano.

Chilometri su chilometri tanto da meritarsi il titolo di “personaggio della settimana” del sito Realbike.it. Lo stesso portale lo definisce come: “giovane adatto nel futuro prossimo a duellare con i migliori nelle gare a tappe”. Le sue principali doti sono da cronomen e scalatore, nonchè eccellente discesista. Partito dalla nostra città giovanissimo, è maturato a Mastromarco, in Toscana. Dopo grandi risultati nelle categorie giovanili e dilettantistiche, l’approdo nella Liquigas e la veloce maturazione, che lo ha portato a fare parte della spedizione olimpica del 2008 in sostituzione di Riccardo Riccò, fornendo anche in quella occasione il suo contributo. Oggi chi si sente veramente messinese tifa per lui e soprattutto per il suo futuro. Vai squalo, lo Stretto è con te.

Emanuele Rigano
fonte e foto tempostretto.it

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget